La dieta mediterranea anche nel presepe, gennaio | dieta di gennaio
Idealdieta gennaio
HOME | ARTT. | ARCHIVIO | RICETTE | PREVISIONI LOTTO | SUPERENALOTTO | OROSCOPO | SMORFIA | FORUM | E-MAIL | CERCA
gennaio
 





Iscritti
 Utenti: 969
Ultimo iscritto : danfriedlethurm
Lista iscritti


Eventi
<
Gennaio
>
L M M G V S D
-- -- 01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 -- --

Questa settimana

 

La dieta mediterranea anche nel presepe

Inserito il 25 dicembre 2012 alle 08:52:00 da unideanet. IT - Dieta e Società

Indirizzo sito : Ilmattino


Anche tra le statuine del presepe le tipicità dell’alimentazione mediterranea sono sempre più presenti. È quanto emerge dallo studio sugli usi e le tradizioni alimentari natalizie dei campani condotta dal MedEatResearch, il Centro di ricerche sociali sulla dieta mediterranea dell’Università Suor Orsola Benincasa, diretto dall’antropologo Marino Niola.
pubblicità


L’indagine si è svolta su un campione di tipo qualitativo, con una forte rappresentanza degli artigiani del presepe di San Gregorio Armeno. Testimoni privilegiati degli usi e costumi natalizi del Sud. Dall’analisi è emerso come la crescente valorizzazione della dieta mediterranea (nel 2010 proclamata dall’Unesco Patrimonio immateriale dell’umanità) stia influenzando la gastronomia natalizia campana.

A casa come sul presepe. Sempre più tipicità mediterranee nei menù natalizi dei campani, che sono stati arricchiti da una vasta gamma di contorni di verdure, dai legumi, dalle paste al sugo. E per una sorta di rispecchiamento sociale ci sono sempre più tipicità mediterranee anche sul presepe. Dove quest’anno tra le statuine in terracotta più gettonate spiccano i fruttivendoli con le loro ceste di vimini ricolme di frutta e ortaggi di stagione, ma anche i fornai con tutti i prodotti del grano, come freselle, taralli, panini bianchi, pagnotte di farina integrale, pizze.

Aumentano anche i prodotti caseari: mozzarelle, caciotte, ricotte, caciocavalli, caprini, pecorini.

Dalla ricerca emerge come sia a tavola che sul presepe sono presenti alcuni dei prodotti tipici più rappresentativi della Campania e dell’intero Mezzogiorno. La new entry è la fresella nella sua versione campana o pugliese. I friarielli più gettonati sono quelli coltivati nell'afragolese, nella fascia appenninica delle province di Avellino e Benevento, nell'agro nocerino-sarnese e nella piana del Sele in provincia di Salerno.

Marchi di garanzia sono le alici sotto sale del Cilento (presidio Slow Food) e il “Pomodorino del Piennolo del Vesuvio DOP”. Particolarmente variegata la provenienza della frutta secca: Sicilia, Puglia, Calabria e Campania.



Letto : 19590 | Torna indietro

 

IDEALDIETA

Notizie

 

PREVISIONI LOTTO, SUPERENALOTTO    


Top - Siti web
Scopri Vivere Donna Diete (IT)

 
 La dieta mediterranea anche nel presepe gennaio  ASP technology  da Creazione Portali copyright 2020  
Questa pagina è stata eseguita in 0,078 secondi. Versione stampabile Versione stampabile  
 
 

Diete e bellezza Diete, alimentazione Disturbi Alimentari Proprietà dei cibi Psicologia e diete Video diete