Le diete di Christina Aguilera e Kim Kardashian, novembre | dieta di novembre
Idealdieta novembre
HOME | ARTT. | ARCHIVIO | RICETTE | PREVISIONI LOTTO | SUPERENALOTTO | OROSCOPO | SMORFIA | FORUM | E-MAIL | CERCA
novembre
 





Iscritti
 Utenti: 969
Ultimo iscritto : danfriedlethurm
Lista iscritti


Eventi
<
Novembre
>
L M M G V S D
-- -- -- -- 01 02 03
04 05 06 07 08 09 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 --

Questa settimana

 

Le diete di Christina Aguilera e Kim Kardashian

Inserito il 01 ottobre 2014 alle 12:45:00 da idealdieta. IT - Gossip & Dieta

Indirizzo sito : Oggi


Tanti di noi si rimettono in forma nella stagione estiva (per la fatidica prova costume). Poi arriva l’autunno, lo stress, il freddo, e chi ne risente? Il girovita. Così ci si ritrova a marzo con la “ciccia” di nuovo da smaltire, e allora eccoci tutti a caccia dell’ultimissima dieta-miracolo. Ma non c’è un modo per controllare il peso sempre, senza soffrire la fame e senza troppe rinunce? Certo. “Anziché decidere ogni volta di dimagrire con una dieta, bisogna preoccuparsi di non ingrassare con la quotidiana corretta alimentazione”, dice Cesare Berra, responsabile Malattie metaboliche all’Istituto Clinico Humanitas di Rozzano (Milano).
pubblicità


“Le conseguenze della sregolatezza a tavola e dello stile di vita troppo sedentario sono estetiche, sì, ma soprattutto aprono le porte al diabete, all’ipertensione, a un aumentato rischio cardiovascolare e al potenziale sviluppo di altre condizioni patologiche”. Ecco il “vero” e il “falso” di cinque affermazioni molto comuni.




Le diete non servono. Vero e falso.
“Uno studio ha rivelato che tutte le diete nel breve periodo aiutano a raggiungere il peso desiderato e qualcuna, come la Zona, vanta anche validi fondamenti scientifici. Ma se lo scopo
 è conservarlo per sempre, è 
necessario rispettare le
nostre tradizioni e la no
stra cultura alimentare.
Uno studio sul New England Journal of Medicine
 ha pure evidenziato che il
 miglior regime per pre-venire il rischio cardiovascolare è proprio la dieta mediterranea, con olio d’oliva, noci, carboidrati, pesce, frutta e verdure”.

Abbuffarsi di insalata garantisce il controllo del peso. Falso.
“L’assunzione di 5 porzioni di verdura e frutta al giorno(più specificamente: 2 + 3) è valida, ma solo all’interno di una dieta complessivamente bilanciata. Se ai vegetali si accompagnano comunque cibi molto calorici e grassi (per esempio insalata e pizza ai quattro formaggi), la situazione si squilibra comunque.Così, può non servire pranzare con un’insalatona dove abbondano prosciutto, grana e uova, cibi che in poco volume contengono molte calorie. L’olio extravergine d’oliva è ottimo, ma ne basta un cucchiaio: da solo, apporta 90 calorie”.

Saltare la colazione o il pranzo può essere una strategia. Falso.
L’organismo ha bisogno costante di energia: lasciarlo a “secco” per più ore è un errore che si paga caro. Il metabolismo è regolato da un fine di equilibrio di ormoni: il digiuno più o meno prolungato induce questi ultimi a rallentare i consumi energetici, e alla lunga, anziché restare in forma c’è il rischio ci ritrovarsi con chili in più. La strategia vincente per tenere la “caldaia sempre accesa” (e quindi bruciare con più efficienza le calorie introdotte con i cibi) è quella dei 5 pasti al giorno, riservando la parte del leone a colazione e pranzo, prevedendo una cena leggera e uno spuntino (basta un frutto o uno yogurt) a metà mattina e uno al pomeriggio.

I pasti piccoli e fre
quenti possono essere 
un pericolo per la linea. Vero.
“Accontentarsi di un panino a pranzo per poi sbocconcellare per tutto il pomeriggio cracker, merendine e biscotti (un concentrato di zuccheri e grassi saturi) è una pessima idea”, rimarca Berra. “Così come loè l’andirivieni alla macchinetta del caffè, perché se la bevanda è zuccherata l’apporto calorico è tutt’altro che indifferente. E gli eccessi che non riusciamo a smaltire si trasformano in grassi di deposito”.

Si può avere l’impressione di non mangiare niente, ma d’ingrassare lo stesso. Vero.
“Il fatto di non sedersi a tavola, di accontentarsi di un monopiatto o di un’insalatona può dare l’impressione di essere perennemente a dieta. Per rendersi davvero conto di ciò che mangiamo è invece utile compilare, per almeno una settimana, un diario alimentare, annotando qualsiasi cosa portiamo alla bocca, dal cioccolatino alla bibita, dai popcorn al cinema alla tisana col miele prima di andare a dormire”. Le sorprese non mancheranno!

Mariateresa Truncellito

Kim Kardashian


Christina Aguilera



Letto : 22858 | Torna indietro

 

IDEALDIETA

Notizie

 

PREVISIONI LOTTO, SUPERENALOTTO    


Top - Siti web
Scopri Vivere Donna Diete (IT)

 
 Le diete di Christina Aguilera e Kim Kardashian novembre  ASP technology  da Creazione Portali copyright 2019  
Questa pagina è stata eseguita in 0,136 secondi. Versione stampabile Versione stampabile  
 
 

Diete e bellezza Diete, alimentazione Disturbi Alimentari Proprietà dei cibi Psicologia e diete Video diete