La dieta zero, novembre | dieta di novembre
Idealdieta novembre
HOME | ARTT. | ARCHIVIO | RICETTE | PREVISIONI LOTTO | SUPERENALOTTO | OROSCOPO | SMORFIA | FORUM | E-MAIL | CERCA
novembre
 





Iscritti
 Utenti: 969
Ultimo iscritto : danfriedlethurm
Lista iscritti


Eventi
<
Novembre
>
L M M G V S D
-- -- -- -- 01 02 03
04 05 06 07 08 09 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 --

Questa settimana

 

La dieta zero

Inserito il 25 novembre 2014 alle 08:01:00 da idealdieta. IT - Diete, alimentazione

Indirizzo sito : Vanityfair


La dieta zero, ovvero zero carboidrati e zuccheri. Questo regime alimentare è anche detto chetogenico, ovvero proteico perché nella prima fase prevede di eliminare del tutto carboidrati e zuccheri, in modo tale da costringere il corpo a bruciare i grassi. Quando l'organismo va in chetosi,
pubblicità


infatti, invece di consumare prima gli zuccheri e poi i grassi, attinge direttamente alle riserve di grasso come fonte di energia, mantenendo intatta la massa magra.

Per questo la dieta zero permette di perdere peso rapidamente, fino a due chili in una settimana, ma deve essere seguita per un periodo limitato di tempo.
Si divide in 3 fasi: La fase 1 è la più dura e ha come obiettivo il dimagrimento. Durante questo periodo, infatti, vanno eliminati completamente gli zuccheri, sia semplici sia complessi, quindi carboidrati, frutta e alcol. La fase 2 è anche detta di stabilizzazione del peso e prevede l'aumento delle porzioni e una diminuzione degli alimenti zero. La fase 3 serve al mantenimento. In questa fase si possono ripristinare gradualmente i carboidrati.

Quali sono gli ingredienti zero? Sono quegli alimenti che garantiscono senso di sazietà, ricchi di fibre e a basso indice glicemico.

Gli alimenti consigliati dal Metodo Dieta Zero sono: la verdura eccetto carote e patate, la carne bianca, il pesce, le uova, come carboidrati è tollerata l'avena e per quanto riguarda i grassi sono consigliati olio extra vergine di oliva, noci, mandorle e nocciole.

Prima di iniziare la dieta è necessario fare una pianificazione: stabilire il numero dei pasti da ripartire durante la giornata, che devono essere minimo 4, definire il fabbiosgno giornaliero, ovvero le proteine quotidiane necessarie, e poi attibuire per ogni singolo pasto le giuste quantità.

Come tutte le diete, anche la dieta zero ha dei contro e non è adatta a tutti. La chetosi, infatti, "intossica" l'organismo, perché i grassi immagazzinati danno origine a corpi chetonici, tossici e responsabili di un sovraccarico di fegato e reni che devono smaltirli. Tutte le persone che soffrono di diabete, hanno problemi renali, epatici o cardiaci dovrebbero evitarla.

Per compensare gli effetti negativi, è importante durante la dieta associare dei filoestratti zero dal potere drenante, depurativo e detossinante.

Guarda la gallery con le linee guida della dieta zero.



Letto : 20262 | Torna indietro

 

IDEALDIETA

Notizie

 

PREVISIONI LOTTO, SUPERENALOTTO    


Top - Siti web
Scopri Vivere Donna Diete (IT)

 
 La dieta zero novembre  ASP technology  da Creazione Portali copyright 2019  
Questa pagina è stata eseguita in 0,085 secondi. Versione stampabile Versione stampabile  
 
 

Diete e bellezza Diete, alimentazione Disturbi Alimentari Proprietà dei cibi Psicologia e diete Video diete