5 errori da evitare in tutte le diete, febbraio | dieta di febbraio
Idealdieta febbraio
HOME | ARTT. | ARCHIVIO | RICETTE | PREVISIONI LOTTO | SUPERENALOTTO | OROSCOPO | SMORFIA | FORUM | E-MAIL | CERCA
febbraio
 





Iscritti
 Utenti: 969
Ultimo iscritto : danfriedlethurm
Lista iscritti


Eventi
<
Febbraio
>
L M M G V S D
-- -- -- -- -- 01 02
03 04 05 06 07 08 09
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 --

Questa settimana

 

5 errori da evitare in tutte le diete

Inserito il 20 gennaio 2015 alle 08:02:00 da idealdieta. IT - Diete, alimentazione

Indirizzo sito : Fashionmag


Le diete vanno e vengono e per il 2015 se ne contano almeno 35 tipi diversi fra le più popolari al mondo. Le più famose includono la Weight Watchers, la Slim fast, la dieta a Zona, la Atkins, la Dukan, l’iperproteica e la nostrana Mediterranea. Oltre alla vegetariana ‘dieta Flexitarian’ sempre più popolare negli Stati Uniti e la ‘volumetrica’ o delle mezze porzioni
pubblicità


Lo riporta una nuova classifica stilata dal News and World report 2015, un sistema di ranking fatto da un panel di nutrizionisti statunitensi.

“Una massa di gente prova a dimagrire passando da una dieta all’altra del momento senza però riuscirci mai. E’ una lotta in cui si perde di sicuro” è il commento lapidario di Aaron Michelfelder, medico di famiglia al Loyola University Hospital, di Maywood, Illinois.

Per il nuovo anno lo specialista ha stilato i 5 tranelli più comuni nei quali si cade quando si prova a calare di peso, qualsiasi dieta si segua, ricavandoli da ricerche fatte sul campo negli ultimi anni.

Fra i buoni (e inutili) propositi , al primo posto c’è la decisione di iscriversi in palestra. “Dimagrirò di più facendo movimento è il primo pensiero” - ribadisce l’esperto – “ma se il movimento contribuisce a mantenere il peso ed è ottimo per la salute non fa calare l’ago della bilancia. Per dimagrire è necessario ridurre le calorie”.

Secondo errore comune è cambiare radicalmente dieta. “Chi sogna di dimagrire passa da una dieta ad un’altra più radicale ma non è necessario” – spiega Michelfelder – “E’ più efficace semplicemente tagliare poche centinaia di calorie in più al giorno. Quando si va al ristorante, per esempio, è una buona strategia mangiare una mela prima dei pasti per calmare l’appetito ed evitare di tuffarsi sul cestino del pane in attesa che arrivi la prima portata. Si può chiedere al cameriere di non portarlo affatto oltre che mangiare porzioni più piccole e chiedere il doggy-bag, sacchetto anti-spreco, per ciò che rimane”.

Al terzo posto dei tranelli in cui casca chi è perennemente a dieta è ricorrere a barrette, bibitoni e integratori di proteine alternativi al pasto. Spiega il medico: “Con gli integratori dimagranti sembra tutto più facile ed in effetti si ottiene una lieve riduzione della massa grassa per quella magra. Ma quando si smette di prenderli, si formerà più grasso che muscolo, con risultati di gran lunga peggiori di quelli che si avrebbe avuto senza prenderli affatto”.

Quarto obiettivo fra i più seguiti che si rivela essere una vera trappola è quello di voler calare velocemente il peso. “Una strategia più realistica e salutare è puntare a calare dai 450 ai 900 grammi a settimana. Basta tagliare 500 calorie al giorno per perdere 1 chilo alla settimana, levandone 250 al giorno si perde fino a 1 chilo al mese. Il dimagrimento lento sarà il più duraturo” afferma l’esperto.

Ultimo errore in cui cascano tutti è arrendersi. “La maggior parte delle persone giunge alla conclusione che non arriveranno mai a un peso normale, quindi perché continuare a provare?” sottolinea lo specialista “Non disperate se non si ottiene il peso forma. Se siete in sovrappeso o obesi puntare a perdere il 10% del peso corporeo migliorerà il vostro aspetto e darà già significativi benefici per la salute. Ad esempio perdere appena 2 chili e mezzo sarà già un bene per le articolazioni” spiega Michelfelder.

“Nella pletora di sistemi dimagranti del momento i programmi dietetici strutturati in centri che seguono l’avanzamento possono essere più efficaci” – ammette il medico che invece boccia le diete seguite su internet – “Funzionano molto meno i sistemi con programmi di partecipazione e avanzamento organizzati online”.

Infine fa bene dire agli altri che si è a dieta. “Non fate tutto da soli” - dice l’esperto – “Le altre persone vi daranno maggiore sostegno, smettendo magari di offrirvi caramelle, torte e biscotti quando passate del tempo con loro".



Letto : 20944 | Torna indietro

 

IDEALDIETA

Notizie

 

100 ricette ebook gratis    


Top - Siti web
Scopri Vivere Donna Diete (IT)

 
 5 errori da evitare in tutte le diete febbraio  ASP technology  da Creazione Portali copyright 2020  
Questa pagina è stata eseguita in 0,156 secondi. Versione stampabile Versione stampabile  
 
 

Diete e bellezza Diete, alimentazione Disturbi Alimentari Proprietà dei cibi Psicologia e diete Video diete