Test del QI, test intelligenza gratuito on line 40 minuti (IQ test)

TEST del QI da 40 minuti:

Fai il test e scopri il tuo livello di intelligenza:     (se non vedi nulla clicca QUI )



 

Appunti sull'intelligenza e sul Q.I.

DEFINIZIONE DI INTELLIGENZA (ANIMALE):

L'intelligenza è l'insieme delle funzioni conoscitive, adattative e immaginative, generate dall'attività cerebrale attraverso proprie connessioni neurali. L'intelligenza è anche correlata alle capacità d'apprendimento dell'individuo. È altresi definibile come la capacità innata di comprendere (e/o di rielaborare) le cose.

Valutazione dell'intelligenza:

Se l'intelligenza è una qualità, potrà, attraverso appositi metodi, essere valutata,TEST QI, INTELLIGENZA PROVA ma sarà sempre una valutazione limitata ai parametri del sistema valutatore.
Il primo ad affrontare rigorosamente il problema fu Binet nel 1904: basandosi sul concetto di sviluppo mentale del bambino, sviluppò una serie di prove, a difficoltà crescente, adatte alle diverse età dei bambini, tra i 3 e i 12 anni. Ognuna di queste prove era caratteristica di una determinata età, determinando così una scala di reazione, che valutava l'intelligenza del bambino.
Questa era la scala di Binet-Simon, successivamente rivista da Terman. In questa scala, ad esempio, si chiede ad un bambino di tre anni di rispondere indicando alcune parti del corpo, nominare oggetti familiari, enumerare gli oggetti in un figura, dire il proprio sesso, dire il nome della propria famiglia, ripetere una frase di sei-sette sillabe.

Età mentale e quoziente intellettivo:

Le scale di reattivi permettono di conoscere l'età mentale del bambino e stabilire il suo livello intellettivo. Un bambino che non sia in grado di affrontare e superare la prova della scala per la sua età, avrà un età mentale inferiore, basata sull'ultima prova superata.

Nel caso superi la prova e superi anche prove successive, la sua età mentale sarà superiore a quella normalmente accertata nella media dei bambini della sua età. Binet indica che un'età mentale con un divario negativo superiore ai due anni rispetto all'età cronologica deve essere considerata patologica.

Un'altro metodo, più corretto, per misurare l'intelligenza è il quoziente d'intelligenza (QI), determinato dall'età mentale divisa per l'età cronologica moltiplicata per 100. Un valore inferiore a 70 indica una deficienza mentale, un valore superiore a 140 un'intelligenza eccezionale.

Intelligenza e patrimonio culturale:

Età mentale e quoziente d'intelligenza permettono di misurare il grado di sviluppo mentale raggiunto dal soggetto. La nostra intelligenza non aumenta per tutta la vita, ma raggiunge il suo massimo in un'età compresa tra i 15 e i 20 anni, dopo di che resta pressoché stabile. Questa affermazione può sembrare in contrasto con la constatazione che un individuo di quarant'anni riesce spesso a risolvere nuovi problemi più rapidamente di uno di vent'anni. Tuttavia, quest'ultimo aspetto non è direttamente legato all'intelligenza, quanto al complesso delle conoscenze che l'individuo ha raggiunto nell'arco della sua vita, sia attraverso la scuola che tramite l'esperienza quotidiana. In questa situazione un quarantenne avrà "immagazzinato" più informazioni rispetto ad un ventenne e supererà le nuove prove più rapidamente grazie alla sua esperienza.
Occorre a questo punto distinguere il patrimonio culturale dall'intelligenza: avere un buon patrimonio culturale non significa necessariamente essere dotato di pari intelligenza.

Quoziente intellettuale nell'adulto:

Quanto indicato precedentemente nel calcolo del quoziente d'intelligenza del bambino, non vale per l'adulto, proprio perché l'intelligenza non aumenta più, mentre l'età anagrafica continua a crescere, abbassando notevolmente il QI.
Per la misura del quoziente d'intelligenza in un adulto si ricorre al metodo statistico, facendo riferimento ad un valore medio, da cui l'individuo si discosta, tramite le risposte indicate in un test. Uno dei testi più usati è il test di Wechsler-Bellevue.

La teoria delle intelligenze multiple:

L'efficacia del test tradizionale di misurazione del QI è stata con il tempo fortemente ridimensionata. 

Un importante psicologo, nonché neurologo, Howard Gardner, distingue ben 7 tipi fondamentali di intelligenza, localizzati in parti differenti del cervello, di cui fa parte anche l'intelligenza logico-matematica (l'unica su cui era basato l'originale test di misurazione del QI).

Ecco, qui di seguito, i 7 macro-gruppi intellettivi:test dell'intelligenza, misura il tuo QI, test del Quozinte d'intelligenza

L' Intelligenza logico-matematica, coinvolge sia la parte sinistra, che ricorda i simboli matematici, che quella destra, nella quale vengono metabolizzati i concetti, del nostro cervello. È l'intelligenza che riguarda il ragionamento deduttivo, la schematizzazione e le catene logiche.
L' Intelligenza cinestetica coinvolge il cervelletto, i gangli fondamentali, il talamo e vari altri punti del nostro cervello. Chi la possiede ha una padronanza del corpo che gli permette di ben coordinare i movimenti.
L' Intelligenza spaziale sembra far riferimento maggiormente all'emisfero destro. Concerne la capacità di percepire forme ed oggetti nello spazio. Chi la possiede, normalmente, ha una forte memoria per dettagli ambientali, luoghi e percorsi.
L' Intelligenza linguistica che pare avere la sua fonte nell'emisfero sinistro del cervello ed in particolare nella zona di Broca. È l'intelligenza legata alle capacità di utilizzare un vocabolario chiaro ed efficace. Chi la possiede solitamente sa variare il suo registro linguistico in base alle necessità ed ha la tendenza a riflettere sul linguaggio.
L' Intelligenza personale che coinvolge tutto il cervello, ma principalmente i lobi pre-frontali. È suddivisa in intrapersonale, che si riferisce alla coscienza di sé, e interpersonale, che riguarda la capacità di relazionarsi con gli altri e di creare empatia.
L' Intelligenza musicale normalmente è localizzata nell'emisfero destro del cervello, ma, le persone con cultura musicale, elaborano la melodia in quello sinistro. È la capacità di riconoscere i toni e le armonie.
L' Intelligenza naturalistica, tipica di chi ha il cosiddetto pollice verde.
N.B. Goleman ha aggiunto a queste intelligenze quella emozionale.

Bisogna anche aggiungere l'intelligenza che controlla l'olfatto e il gusto, facoltà essenziali per tutti gli animali in quanto sono i sensi che permettono di percepire direttamente le sostanze chimiche utili per l'alimentazione, la riproduzione, la marcatura del territorio, il riconoscimento e la comunicazione coi cospecifici. Nell'uomo, benché l'olfatto e il gusto siano sensi poco sviluppati, si ha comunque la facoltà di riconoscere un gran numero di sostanze attraverso il loro odore. Nel cervello umano la zona che controlla l'olfatto è il nucleo olfattivo, che si trova alla base del cervello, vicino ai centri emozionali e della memoria. La capacità degli odori di evocare ricordi è stata indagata nell'opera letteraria di Marcel Proust.

Sebbene queste capacità siano più o meno innate negli individui, non sono assolutamente statiche e possono essere sviluppate attraverso gli anni mediante l'esercizio.

Intelligenza umana in confronto a quella animale:

L'uomo non è molto più intelligente degli altri primati come gli scimpanzé o i gorilla, infatti bambini abbandonati in tenera età e cresciuti in luoghi selvaggi non riescono a sviluppare mai abilità tecniche che li differenziano dagli animali. La superiorità dell'uomo è dovuta soprattutto al suo continuo sviluppo culturale, cioè all'intelligenza collettiva veicolata dal linguaggio.

Questa teoria è tutta da dimostrare: non spiega, ad esempio, perché prendendo dei primati alla nascita ed applicando loro metodi educativi umani essi non sviluppino alcun aumento dell'intelligenza che li avvicini all'essere umano. Il linguaggio stesso è praticamente assente nei primati, se non in una forma estremamente primitiva non molto diversa da quella di altri mammiferi come cani o gatti: eppure tutti loro hanno una storia evolutiva molto più lunga di quella umana.

fai il test del QI

 

trova lavoro con genio

previsioni lotto

DIETA

LOTTO PREVISIONI SUPER ENALOTTO GRATIS

 


Se volete conoscere  il vostro quoziente intellettivo (QI) cliccate qui.
Se invece volete mettere a prova la vostra cultura e sapere se siete un politico o un secchione fate il test delle Iene cliccando qui



test del quoziente (o quotiens) intellettivo, QI (IQ in english which means intelligent quotient, cleverness)
qui misurare la tua intelligenza, gratuitamente, è capire la scala anche per avere un suggerimento
su quale facoltà universitaria scegliere, orientamento al lavoro e allo studio
 
idealdieta ©  disclaimer e condizione del servizio | Idealdieta © 2022