Direttamente dai backstage delle passerelle, è arrivata la nuovissima dieta “non dieta” seguita dalle modelle. Se pensate che vivano con una sola mela al giorno, vi sbagliate: anche se magrissime, mangiano eccome. È ormai assodato che le diete troppo restrittive o peggio ancora il digiuno tendono a rallentare il metabolismo. Chi si sottopone ad un regime alimentare al di sotto della soglia minima di calorie consigliate giornaliere, rischia esattamente l’effetto contrario, ovvero di prendere in poco tempo i chili persi nel giro di pochi giorni (e con gli interessi).

La nuova linea alimentare, seguita anche dalle modelle più famose, prevede spuntini iperproteici e beveroni a base di frutta e verdura dal potere drenante. Il segreto per non prendere peso è mangiare quello che si vuole a colazione, in modo da non avere attacchi di fame durante la giornata. La dieta “non dieta” non necessita del conteggio delle calorie. Ha semplicemente dei piatti passepartout che si possono consumare a volontà.

Tra questi rientrano le insalate di pollo, i salumi magri come la bresaola, la verdura, la frutta e le zuppe, meglio se di cereali. Altra novità della dieta “non dieta” che sta diventando famosissima anche nel nostro Paese, è la reintroduzione dei succhi di frutta, solitamente eliminati perché contenenti troppi zuccheri. Pare invece che le modelle ne facciano largo uso, associandoli a mini pasti leggeri, come ad esempio insalate di legumi o un panino integrale.

Dando una rapida occhiata ai camerini delle modelle, si può prendere qualche altro spunto interessante. Per resistere alla fame nervosa, le tisane sono un vero e proprio toccasana. Per quanto riguarda il caffè invece, bevanda spesso abusata dalle modelle, è meglio fare attenzione e non superare le tre tazzine al giorno. La dieta “non dieta” sembra essere davvero efficace. Apporta energia, assicura un ottimale quantitativo di proteine e non è restrittiva. Non sarà di certo difficile seguirla. Audina Scumaci, booker, aggiunge anche: “Bere molta acqua nel corso delle 14 ore di lavoro e andare a letto presto la sera. Il riposo è importante tanto quanto il cibo per fornire energia”.