“IL TEMPO DELLE DIETE”
– ALLA RICERCA DELLA FORMA PERDUTA –
di Dino Falconio con prefazione di Maurizio de Giovanni

Dimagrire e non diventare povero. Tra sogno e incubo, il racconto delle esilaranti disavventure di Renato Calesse che, in tempi di crisi economica, decide di mettersi a dieta per poter stipulare un’assicurazione vantaggiosa sulla vita. Lo scopo?

Evitare che la sua famiglia resti senza un tetto sulla testa nell’ipotesi, scongiuri facendo, di una sua morte prematura. E in tale incubo, Calesse fa i conti con la sua passione per la buona cucina napoletana, di cui svela numerosi segreti e ricette, e l’obbligo di fare, ahilui, ginnastica in una palestra di “chiattilli”. Attorno a lui, decine di personaggi simpatici e caratteristici: dalla dietologa americana dallo stile militaresco, alla portiera che cucina manicaretti per il figlio emigrante, passando dall’ex campione di pallanuoto diventato un ciccione, fino al personal trainer e agli inevitabili “schiattamuorti” con cui ognuno di noi non vorrebbe mai relazionarsi.

Dino Falconio, è nato nel 1972 a Napoli, dove vive e lavora. Ha pubblicato con Giannini Editore il volume Minime Capresi (2001) e con l’editore Grimaldi il racconto umoristico Jamme ‘ncopp ’e sci (2012). Scrive per giornali e riviste e opera da sempre nell’associazionismo culturale e nel volontariato.

Ogni Paese che voglia dirsi veramente civile dovrebbe, è noto a tutti, costruire dei campi di concentramento per ospitare una categoria di efferati criminali che con la propria presenza avvelena ogni tentativo di corretta socialità: coloro che mangiano senza ingrassare.