sei nella sezione Articoli del sito sui Idealdieta

La storia del Viagra(r)

la pillola per le disfunzioni erettili creata anche grazie al lavoro del nobel Ignarro.

pubblicità

La storia del Viagra che ha inizio nel 1986 nei laboratori del Pfizer Central Research di Sandwich, in Inghilterra, dove alcuni ricercatori scoprono che l'inibizione di un enzima (PDE5) presente nella muscolatura liscia dei vasi sanguigni diminuisce la resistenza vascolare e riduce l'aggregabilità delle piastrine, gli elementi del sangue che svolgono un compito fondamentale nel processo di coagulazione ma il cui ammassarsi all'interno di vene e arterie ne può procurare l'occlusione, parziale o totale.

Insieme con i colleghi Robert Furchgottviagra impotenza pillole cura per le disfunzioni erettili e Ferid Murad, un nobel per la medicina ha scoperto che diversi tipi di cellule del nostro organismo comunicano tra loro scambiando molecole di ossido nitrico (detto anche ossido d'azoto), un gas allora noto solo come un pericoloso inquinante, prodotto dalla combustione dell'azoto nei motori delle automobili. Questa semplice molecola, formata da un atomo di ossigeno e un atomo di azoto, regola invece funzioni fisiologiche importanti come il controllo della pressione sanguigna, la reazione del sistema immunitario contro le infezioni batteriche e l'attivazione delle cellule del sistema nervoso. Per le conseguenze della loro scoperta, l'anno scorso i tre ricercatori hanno vinto il premio Nobel per la medicina. Newton ha intervistato Louis Ignarro, professore di farmacologia molecolare e medica all'Università della California a Los Angeles, in occasione di un seminario organizzato a Roma dalle industrie farmaceutiche Menarini.

Gli studiosi pensano ai possibili, benefici effetti di un farmaco capace di inibire l'enzima PDE5 nell'angina pectoris. Potrebbe impedire la chiusura delle arterie coronarie, la causa dell'infarto del miocardio. Tre anni di lavori e nel 1991 la sperimentazione non soddisfacente anche se gli studiosi assistono ad un fatto sorprendente. Alcuni uomini coinvolti nella ricerca riferiscono di un effetto collaterale piacevole: l'aumento della tendenza all'erezione. Si scoprì che il sildenafil studiato dalla Pfizer in cardiologia come calcio-antagonista e somministrato per via orale, era in grado in una larga percentuale di casi (70-80%) di risolvere o migliorare la disfunzione erettile.

Fu così che la destinazione del farmaco, dopo molte titubanze e ulteriori studi, viene cambiata: dal trattamento dell'angina pectoris si passa a quello degli "inconvenienti" erettili.

Il 27 marzo 1998 la Food and Drug Administration riconosce il Viagra come la prima terapia medica orale per il trattamento delle disfunzioni erettili. L'uomo è stato finalmente liberato dall'incubo dell'impotenza. La pillola blu, com'è noto, va assunta circa un'ora prima di un rapporto sessuale perché provochi un afflusso di sangue ai corpi cavernosi sufficiente a rendere possibile l'erezione. Naturalmente il successo non è automatico: occorre che ci sia il desiderio, l'eccitazione.

vuoi commentare questo articolo o proporne uno tu alla redazione: clicca qui

idealdieta ©  disclaimer e condizione del servizio | Idealdieta © 2017